iPhone 4: evoluzione o rivoluzione?

Print Content | More

overview-camera-20100607

Se ricordate, ho chiuso il post precedente sulle novità che sarebbero state presentate di li a poco con una domanda: evoluzione o rivoluzione? Ebbene, dopo il keynote possiamo tranquillamente affermare che Apple ha imboccato la prima strada.

Dopo una parte introduttiva abbastanza inutile dal mio punto di vista (qualche numero riassuntivo sui dati di vendita di iPad e iPhone e l'annuncio di Farmville e Guitar Hero per iPhone), Steve Jobs ha finalmente presentato il nuovo melafonino, chiamato con molta fantasia iPhone 4.

L'iPhone 4 è molto bello: l'estetica é molto accattivante e la dotazione hardware di primo piano. Dal punto di vista di Apple è sicuramente una rivoluzione, partendo dal design completamente rinnovato passando per un nuovo processore e un nuovo display.

Sicuramente è il salto generazionale più grande dall'uscita del primo modello di iPhone: perché allora parlo di evoluzione?  Perché le novità presentate, seppur di grande peso, non rivoluzionano il device, ma lo portano (come dotazione hardware) ad essere al passo con i tempi e ad allinearsi tra i prodotti di punta sul mercato mobile.

Le caratteristiche del nuovo iPhone sono tante, troppe per essere descritte nel dettaglio. Vediamo insieme quelle più importanti:

Display

Come ci si aspettava, il display é stato completamente rinnovato, con una risoluzione raddoppiata e una tecnologia, chiamata Retina, che offre una densità di pixel molto elevata, superiore al limite normalmente percepito dall'occhio umano. La nuova risoluzione è di 960x640 pixel a 326 ppi.

Sul sito Apple sono state pubblicate molte foto che enfatizzano la qualità del nuovo display e lo stesso Steve Jobs ne ha mostrato le differenze qualitative con lo schermo dei modelli precedenti (anche se c’è stato qualche intoppo con la connessione Wi-fi). Purtroppo però è difficile farsi un'idea della qualità di uno schermo tramite delle foto, perciò solo quando potremo vedere il device dal vivo potremo farci un'idea più precisa.

Come anticipato, rimane il dubbio su come questo aspetto impatterà sulle applicazioni già esistenti: Steve Jobs ha assicurato che per quanto riguarda i testi non ci saranno problemi, dato che il device effettuerà in automatico lo scaling, ma per quanto riguarda le immagini? Potrebbe essere un bel problema, che potrebbe costringere molti sviluppatori a mettere mano alle loro applicazioni e prevedere immagini a risoluzioni diverse a seconda del modello di iPhone. 

Processore

Anche in questo caso si tratta di una novità ampiamente prevista, ovvero l'utilizzo di un nuovo processore, l'A4, realizzato direttamente da Apple: si tratta dello stesso processore utilizzato nell'iPad. Sul tablet Apple le prestazioni sono eccellenti: sarà che sono abituato ad un iPhone 3G, ma la differenza di velocità é impressionante.

Sará lo stesso anche sull'iPhone 4? Sicuramente le prestazioni saranno migliori, ma é ancora difficile quantificare quanto: il chip non é comunque lo stesso dell'iPad per ovvie questioni di spazio, quindi allo stato attuale non é possibile fare un confronto.

Giroscopio

Questa é forse l'unica vera novità, non perché sia particolarmente rilevante ma perché non era trapelata dall'analisi del prototipo.
Si tratta di un nuovo sensore inserito all'interno del device che aumenta la precisione dell'accelerometro, portando a 6 gli assi riconoscibili tramite una nuova API implementata nel firmware. Tanto per farvi capire cosa comporta questo sensore, pensate all'iPhone come al motion controller della Wii e al giroscopio come al Wii Motion Plus: il risultato é molto simile. I tanti giochi basati sull’accelerometro potranno trarre dei benefici dall’utilizzo del nuovo sensore, mentre non cambierà assolutamente nulla nell’uso tradizionale.

overview-facetime-20100607

 

Fotocamere

Anche qui ampiamente previsto, la fotocamera è ora a 5 MP ed è stata aggiunta anche una fotocamera frontale. Oltre al già anticipato Flash a LED, è stata introdotta la possibilità di registrare video in HD a 720. L'unica novità non prevista è il rilascio di iMovie (la celebre applicazione Apple di editing amatoriale) per iPhone, che però non farà parte della dotazione standard ma sarà acquistabile dall'App Store.

Altre feature

La parte finale del keynote è stata dedicata ad alcune novità software già emerse alla presentazione del firmware 4: multitasking, iAds e iBooks. Una delle novità più interessanti per il sottoscritto sta proprio in quest'ultima app: a breve uscirà una nuova versione di iBooks (l'applicazione per iPad che funge da e-book reader) con pieno supporto al formato PDF. Ciò significa che, anche per questo formato, sarà possibile usufruire di tutte le feature presenti e future di iBooks, quali la ricerca sul dizionario, i segnalibri e la possibilità di evidenziare parti del testo o aggiungere note. La novità per gli utenti iPhone é una versione dell'applicazione anche per il melafonino, con sincronizzazione automatica di note, segnalibri e quant'altro tra i vari device Apple.

Qualche data e prezzo

L'iPhone 4 uscirà negli Stati Uniti il 24 Giugno, con apertura delle prevendite il 15 Giugno. A Luglio uscirà invece in diversi altri paesi, tra cui l'Italia, ma non si sa ancora una data precisa. I prezzi europei sono ancora sconosciuti, anche se, basandosi su quelli USA, è facile prevedere come i prezzi dovrebbero rimanere allineati con quelli attualmente praticati sul 3GS, con il 3G che verrà rimpiazzato dal 3GS.
Curioso come non sia stato presentato un modello da 64 GB e come sia stato creato un nuovo modello di 3GS da 8 GB apposta per coprire la "fascia bassa" del mercato.

 

Per quanto riguarda il firmware 4.0 (ora ribattezzato ufficialmente iOs 4) invece, la data di uscita ufficiale è il 21 Giugno, data in cui probabilmente verrà rilasciata anche le versione definitiva di iTunes 9.2, con pieno supporto a tutte le nuove feature.
Per gli sviluppatori, invece, è già disponibile la versione GM (installata ieri, l'impatto è positivo, è molto più veloce della beta 4) e una beta di iTunes 9.2.
Riguardo iOs 4 per iPad invece non è stata annunciata alcuna data di uscita.

One more thing

Delusione, molta delusione per la one more thing del keynote: il supporto alla videochiamata! A parte il totale disinteresse del sottoscritto per questa feature (e non solo da parte mia, dato che la videochiamata è stata un flop in Italia), l'implementazione di Apple si pone una spanna sopra qualitativamente rispetto al passato, ma risulta totalmente incompatibile con qualsiasi device che non sia l'iPhone 4. In più, la videochiamata è possibile solamente sotto rete wireless e questo, per i paesi dove il Wi-fi aperto e diffuso è ancora una chimera, è un handicap non da poco.

L'unica cosa interessante di questa feature è meramente tecnica: battezzata FaceConnect, è stata proposta da Apple come nuovo standard industriale, dato che si appoggia a tutta una serie di formati standard e diffusi (come H.264 e SIP). Sembra che questa tecnologia potrà essere sfruttata anche da applicazioni di terze parti: Skype si è già detta interessata ad un suo utilizzo nelle versioni per device Apple della sua applicazione.
Non mi stupirei se la prossima versione dell'iPad incorporasse una fotocamera frontale e permettesse (con qualche applicazione ad hoc tipo iChat) di effettuare videochiamate.

Cosa è successo in silenzio

Apple ha presentato due novità in sordina, senza nessun annuncio ufficiale o accenni durante il keynote.
La prima è Safari 5, che si è limitato ad "uscire" in silenzio tramite il Software update di Apple. Nonostante il numero di release importante, le novità visibili sono molto poche: a parte un leggero restyling della schermata Top Sites, le novità principali sono l'introduzione di un nuovo e potenziato reader RSS (io però rimango fedele a NetNewsWire), maggior velocità nel rendering Javascript e miglior supporto all'HTML5.

La seconda novità è XCode 4: per ora si sa veramente poco perché è sotto NDA, ma gli sviluppatori che stanno partecipando al WWDC hanno avuto modo di scaricare una Developer Preview del nuovo ambiente di sviluppo Apple. La novità di maggior rilievo che è trapelata è la scomparsa di Interface Builder come applicazione separata: ora è integrata direttamente nell'IDE.  Appena ci saranno maggiori dettagli, vi aggiornerò: per ora non si sa nemmeno quanto sia "preview" questa versione, quindi è impossibile capire se la sua uscita sia imminente o se manca ancora parecchio tempo.

Per chiudere

In conclusione, come ampiamente previsto, nulla di nuovo sotto il sole: a parte qualche dettaglio non previsto (giroscopio, retina display) l'iPhone 4 si è rivelato essere esattamente come il prototipo circolato qualche mese fa.
È una rivoluzione da far gridare al miracolo per il mondo mobile? No affatto. È un ottimo telefono e un degno erede dell'iPhone originale? Molto probabilmente. Sarà un successo di vendite? Senza ombra di dubbio, anche solo per il fatto che si tratta di un prodotto Apple.
L'unica curiosità sarà vedere come il mercato reagirà al fatto che Apple abbia presentato due nuovi device così a breve distanza: è vero che iPad e iPhone sono due cose diverse, ma potenzialmente si rivolgono allo stesso target. Dopo aver speso 500 e passa euro per acquistare l'iPad, gli utenti Apple saranno disposti a spendere un'altra cifra simile dopo poco più di un mese per l'iPhone 4? Oppure più probabilmente rimanderanno l'acquisto più in la nel tempo, magari approfittando dei regali natalizi? Ai posteri l'ardua sentenza :)

Chiudo il post anticipandovi l'argomento del prossimo post: lunedì 7 Giugno non è stato solo l'inizio del WWDC, ma anche del TechEd, la più grande conference tecnica annuale di Microsoft, in cui si è parlato molto di Windows Phone. Ho quindi un po' di novità in serbo da raccontarvi :)

Alla prossima!

P.S.: questo post l'ho scritto su iPad, prima o poi vi racconterò le mie impressioni su questo gingillo, fatemici giocare ancora un po' così da avere le idee più chiare :)


IPhone , IPad , WWDC , FaceConnect , XCode , Safari

4 comments

Related Post

  1. #1 da Ugo Lattanzi Thursday June 2010 alle 02:22

    Mi devo comprare un ebook reader per leggere i tuoi post :S

  2. #2 da Matteo Pagani Thursday June 2010 alle 02:44

    Lo regalerò al milionesimo visitatore :)

  3. #3 da Stefano Ottaviani Thursday June 2010 alle 04:52

    Ciao Matteo,
    in questi giorni non ho visto nulla (nè conferme nè smentite) riguardo alle famose policy che taglierebbero flash (di cui non me ne può fregar di meno) e mono (che invece mi interessa molto, sopratutto in ottica dello sviluppo condiviso con altre piattaforme)... tu sai nulla a riguardo... o se queste notizie verranno fuori tra un po'?

  4. #4 da Matteo Pagani Thursday June 2010 alle 06:10

    In realtà purtroppo non c'è molto da smentire, dato che questa clausola fa già parte delle policy dell'SDK attuale. In realtà sembra però che Apple non voglia tagliere fuori tutti i framework alternativi, ma solamente quelli che nascondono in qualche modo le API di iPhone usando degli abstraction layer. Gli sviluppatori di MonoTouch, sul loro sito ufficiale, dichiarano che non ci saranno problemi perchè MonoTouch non rientra in questa categoria: allo stato attuale però non si hanno ancora notizie su eventuali applicazioni sviluppate con questo framework accettate o rifiutate in seguito al cambio di policy.
    Probabilmente si avrà qualche notizia in più a breve: Apple inizierà ad accettare applicazioni per iOS 4 a partire da oggi (al quale si riferiscono le nuove policy), quindi magari a giorni salterà fuori qualcosa.
    Se scopro qualcosa ti aggiorno!


(will not be published)
(es: http://www.mysite.com)